C

Con i bambini bisogna parlare il loro linguaggio, ma non bisogna mai dargli la sensazione che tu lo stia facendo per fargli fare qualcosa che non vogliono.
Non è affatto semplice. Spesso i bambini arrivano con l’idea di non volere fare nessuna foto, ma al momento che devono lasciare lo studio non vogliono andar più via.
Devi spiegare loro le cose che vuoi fare, renderli partecipi. E quando loro finalmente si fidano di te è il momento di fotografare sul serio.
Ma anche quando si lasciano fotografare, devi fare i conti con la loro dinamicità ed essere veloce per catturare le espressioni giuste.
Loro corrono, sorridono, fanno le “faccine” … sono davvero esseri speciali. E foto dopo foto diventano come i modelli professionisti… vogliono vedere lo scatto subito dopo averlo fatto. Ti sorridono quando si vedono sullo schermo… Poi ritornano al loro posto e ricominciano con altre espressioni buffe.
Fotografarli diventa un divertimento tanto loro quanto nostro.
Bisogna rendere un servizio fotografico un gioco.
Monocromostudio lo sa fare!

C'è 1 comment

  1. sabrina

    Sono la mamma di una bimba a cui ho fatto fare le foto da monocromo studio e…devo dire che e’ stata un esperienza fortemente positiva sia a livello umano che professionale.sono riuscite a far “sciogliere” la bambina molto in fretta (lei non era molto dell’idea)..e’ stato tutto molto naturale e divertente.esperienza assolutamente da rifare
    ps.dimenticavo ..le foto sono una meraviglia ma questo non servirebbe sottolinearlo


Invia un nuovo commento